nipresa

Buonipresagi, ma più essenziale

11 notes

Una delle cose che da sempre mi fa più ridere, quando leggo le parole di qualcuno che ci ha intervistati, incontrati o interpellati a qualche titolo, è l’abuso dell’espressione “i tipi di”. Di solito la trovo usata così: “Abbiamo intervistato i tipi di BAO Publishing (…)” mentre andrebbe usata così: “Il libro, apparso per i tipi di BAO Publishing (…)”
Perché di caratteri tipografici si tratta. È un’espressione che risale al tempo in cui l’impresa editoriale coincideva con quella tipografica – fiera proprietaria di un ben preciso set di caratteri mobili, riconoscibili da quelli della concorrenza – e la cui importanza, svolgendo il lavoro materiale di creazione dei libri, appariva più importante del lavoro intangibile di creazione, redazione, revisione di un’opera letteraria. Era un tempo in cui l’atto artigianale della stampa, della confezione, era più considerato dell’atto intellettuale della creazione.
È un’espressione che mi piace perché qualifica un libro in quanto pubblicato da quel certo editore.

Non sono un tipo | I tipi di BAO

Ricordatevelo sempre.

146,908 notes

shitmishacollinssays:

couragemadnessfriendshiplove:

world-shaker:

Want to collaborate on a Google Doc with Nietzsche, Shakespeare, Dostoyevsky, Dickinson, Dickens and Poe? 
Click here. Start typing. Enjoy the hilarity. 
Ninja Update: Wanna see something fun? Mention Shakespeare in a sentence and see what happens. 

Poe kept writing distinctly into my sentences so I wrote ”Edgar, you’re not funny” aND HE BLATANTLY DELETED THE NOT I AM SO DONE WITH THIS ASDFKJL

Okay this is the best ever.dickens wrote something classicly racist / stereotypic so i told him to stop it and now emily dickinson and charles dickens won’t stop fighting over changing the spelling of ‘dickens’ back and forth between dickens and dickinson like the goddamn fairies and the pink and blue in sleeping beauty.

shitmishacollinssays:

couragemadnessfriendshiplove:

world-shaker:

Want to collaborate on a Google Doc with Nietzsche, Shakespeare, Dostoyevsky, Dickinson, Dickens and Poe? 

Click here. Start typing. Enjoy the hilarity. 

Ninja Update: Wanna see something fun? Mention Shakespeare in a sentence and see what happens. 

Poe kept writing distinctly into my sentences so I wrote ”Edgar, you’re not funny” aND HE BLATANTLY DELETED THE NOT I AM SO DONE WITH THIS ASDFKJL

Okay this is the best ever.
dickens wrote something classicly racist / stereotypic so i told him to stop it and now emily dickinson and charles dickens won’t stop fighting over changing the spelling of ‘dickens’ back and forth between dickens and dickinson like the goddamn fairies and the pink and blue in sleeping beauty.

(via sovietcigarettesandstuff)

6 notes

Bone è il decimo libro più ‘censurato’ dalle biblioteche statunitensi

patfumetto:

Secondo i dati raccolti dall’American Library Association’s Office for Intellectual Freedom, Bone, la celebre saga fantasy creata da Jeff Smith, è alla posizione numero 10 nella classifica 2013 dei dieci libri di cui è stata maggiormente contestata la presenza – con conseguente rimozione, o particolare controllo nella somministrazione – nelle biblioteche americane

La gente sta malissimo

12 notes

eclipsed:

Allora amici, qui c’è Umberto Smaila che fa le condoglianze a Jerry Calà per la morte delle madre.
A modo suo.

Il Pil della Colombia, commosso, ringrazia

eclipsed:

Allora amici, qui c’è Umberto Smaila che fa le condoglianze a Jerry Calà per la morte delle madre.

A modo suo.

Il Pil della Colombia, commosso, ringrazia